© Manuel Cohen
La Belle Époque è uno dei periodi artistici più ricchi della storia di Francia. In musica convivono un postromanticismo ancora pieno di febbre sentimentale, un simbolismo il cui fiore all'occhiello è Debussy e una passione che non si affievolisce per i colori e la sensualità dell'Oriente. Questo programma riunisce tutti gli influssi e non omette né l'ispirazione sacra, né l'entusiasmo persistente per il virtuosismo strumentale. Ne è testimonianza curiosa la Fantasietta di Dubois, sorta di tardo concerto grosso il cui miniaturismo preannuncia il neoclassicismo a venire. A fronte di questi pezzi puramente strumentali, Marie-Nicole Lemieux avvolge nel suo caldo contralto delle mélodie con orchestra di Saint-Saëns e Massenet che la posterità ha a lungo tenuto nell'ombra.

Date

mer 26 giugno 2024
20.00
Théâtre des Champs-Élysées, Parigi

Interpreti

ORCHESTRE DE CHAMBRE DE PARIS
Fabien Gabel direzione
Marie-Nicole Lemieux contralto
Mélanie Laurent arpa

Programmazione

Claude DEBUSSY
Suite bergamasque
Danse sacrée et Danse profane

Camille SAINT-SAËNS
Mélodies persanes

Fernand de LA TOMBELLE
Orientale

Mel BONIS
Danse sacrée

Théodore DUBOIS
Fantasietta

Jules MASSENET
La Vierge
Expressions lyriques
Coproduzione Orchestre de chambre di Parigi / Palazzetto Bru Zane
Edizioni musicali del Palazzetto Bru Zane per Mélodies persanes, Orientale, Danse sacrée e La Vierge