8° Festival Palazzetto Bru Zane Paris

Donne leggendarie

Concerto Auditorium di Radio France
Più ancora di quella dei loro colleghi maschi, la memoria delle compositrici francesi del XIX secolo si è perduta, ed è solo grazie a ricerche e a progetti discografici recenti che le si sta a poco a poco riscoprendo. Queste iniziative hanno permesso di evidenziare che, nonostante le pressioni sociali esercitate sulle donne a quell’epoca (in primo luogo il matrimonio e la maternità), esiste un corpus “femminile” quantitativamente e qualitativamente importante, che merita di essere riscoperto anzitutto per ragioni artistiche. Tenute per lo più a distanza dalle scene della lirica (la cui conquista, allora, era considerata il culmine della carriera), le compositrici si sono dedicate maggiormente ai generi della musica per pianoforte, della musica da camera e anche di quella sinfonica. Qualcuna ha tentato la strada della musica sacra, come Clémence de Grandval. E anche se le donne sono state ben rappresentate nelle classi di armonia, di contrappunto e di composizione al Conservatorio di Parigi per tutto l’Ottocento, si è dovuto attendere fino al 1913 perché a una di loro, Lili Boulanger, fosse assegnato per la prima volta un premier prix de Rome, seppure ex aequo con il compositore Claude Delvincourt.

Concerto trasmesso in diretta su France Musique

Programmazione

Augusta HOLMÈS
La Nuit et l’Amour, interludio dall'ode symphonique «Ludus pro Patria»
Mel BONIS
Femmes de légende
Marie JAËLL
Concerto per violoncello
Charlotte SOHY
Sinfonia «Grande Guerre»

Date

gio 1 luglio 2021
20.00
Auditorium di Radio France, Parigi

Interpreti

ORCHESTRE NATIONAL DE FRANCE
Debora Waldman direzione
Raphaël Perraud violoncello
Produzione Radio France
In partenariato con il Palazzetto Bru Zane
Bru Zane Mediabase
Risorse digitali sulla musica romantica francese
La piattaforma ospita schede introduttive su personaggi, opere o temi, scritte da musicologi o da storici che collaborano con l'équipe del Palazzetto Bru Zane.