L'invention des genres lyriques français et leur redécouverte au XIXe siècle

Books Scientific publications
Agnès Terrier, Alexandre Dratwicki
Symétrie

Paperback | 17 x 24 cm | 80 € | 552 pages | ISBN 978-2-914373-65-4

Sorry, this entry is only available in Italian and French. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.

Per la prima volta uno studio è dedicato contemporaneamente ai generi della tragédie lyrique e dell’opéra-comique, in virtù del fatto che il secondo si nutre abbondantemente della caricatura del primo. Molteplici sono le passerelle lanciate dall’uno all’altro: rapporto con il meraviglioso, lavoro sulla declamazione, modernità musicale e sfide sociali e politiche. Altra novità affrontata, la ripresa di quest’opera “classica” nell’Ottocento. Abbandonando i due generi al culmine della loro notorietà (intorno al 1780), in una terza parte il lettore li ritrova, circa un secolo dopo, in un’epoca in cui le concezioni romantiche dell’opera fanno di Armide o di Richard Cœur-de-lion delle divertenti curiosità. Un culto per la grandezza classica trova allora fervidi sostenitori, i più zelanti dei quali trasfonderanno nelle proprie composizioni un’aura passatista. È appunto in questo contesto che s’inseriscono, a cavallo tra Ottocento e Novecento, Pénélope di Fauré, Déjanire di Saint-Saëns o Salamine di Maurice Emmanuel.

Agnès Terrier Docente abilitata e dottore in lettere moderne, diplomata al Conservatorio di Parigi (cultura musicale), Agnès Terrier è autrice drammatica e consulente artistica dell’Opéra-Comique, nonché docente di dizione francese al Conservatorio di Parigi. Dopo aver insegnato lettere all’Università di Angers, ha lavorato al servizio culturale dell’Opéra de Paris e al Festival d’Aix-en-Provence come autrice drammatica. Alexandre Dratwicki Direttore scientifico del Palazzetto Bru Zane – Centre de musique romantique française (Venezia), dottore in musicologia ed ex pensionnaire dell’Académie de France a Roma (Villa Medici), Alexandre Dratwicki ha scritto vari articoli sulla musica francese del Settecento e dell’Ottocento. Diplomato al Conservatorio di Parigi (estetica), ha insegnato storia della musica in varie università francesi ed è stato produttore a Radio France (“La Querelle des Bouffons” e “Sortez les jumelles” nel 2006-2007). Alexandre Dratwicki ha pubblicato in particolare presso Somogy, Le Cavalier bleu, Symétrie. Il suo volume Un nouveau commerce de la virtuosité (1780-1830), pubblicato da quest’ultimo editore, ha ricevuto il prix des Muses 2007 per la saggistica. Come studioso si occupa in special modo delle nozioni di virtuosismo e di accademismo musicale (prix de Rome).