Ciclo
Il suono dell’Impero

Vittoria!

Le rivoluzioni dell’opera sotto Napoleone Bonaparte
Concerto
Napoleone, come Luigi XIV, capì l’utilità dell’Arte ai fini della promozione della sua immagine e della sua ideologia. L’opera fu uno degli ingranaggi di questa abile politica. La determinazione di Napoleone si concretizza grazie a un esercito di compositori riuniti in seno al Conservatorio, aperto nel 1795, tra i quali Catel, Le Sueur, Méhul. La conquista dell’Italia gli permette inoltre di scoprire Paisiello. Questo incontro decisivo spalanca le porte dell’Opéra di Parigi a compositori come Spontini e Cherubini, che inventeranno quel romanticismo monumentale di cui Wagner e Verdi si sarebbero nutriti in seguito. Il programma proposto da Judith van Wanroij e dal Quatuor Cambini-Paris intende illustrare l’effervescenza di questo laboratorio operistico.

Date

dom 18 luglio 2021
16.00
Cité de la Musique et de la Danse, Soissons
sab 24 luglio 2021
20.30
Opéra de Limoges, Limoges
sab 25 settembre 2021
19.30
Scuola Grande San Giovanni Evangelista, Venezia

Interpreti

Judith van Wanroij soprano
QUATUOR CAMBINI-PARIS

Programmazione

Arie d’opera di Cherubini, Méhul, Gluck, Jadin, Fontenelle, Spontini, ecc., trascritte per voce e quartetto d’archi
Produzione Bru Zane France
Trascrizioni di Alexandre Dratwicki
Edizioni musicali del Palazzetto Bru Zane