Ciclo
Camille Saint-Saëns, l’uomo-orchestra

I quartetti di Saint-Saëns

Concerto Musica da camera
I due Quartetti di Saint-Saëns compaiono tardi nel suo catalogo: egli affronta questo genere a sessant’anni suonati (1899) e vi ritorna al termine della sua vita (1918), coerentemente con l’atteggiamento di una generazione cresciuta nel rispetto dell’esempio di Beethoven e che dunque considerava la composizione di un quartetto per archi un vertice raggiungibile solo nel pieno possesso dei propri mezzi artistici. Misurarsi con il classicismo non significa tuttavia imitarne le forme, e infatti Saint-Saëns spiazza le aspettative puntando sull’imprevedibilità, sulla semplicità e sulla ricchezza armonica. “Finché questo compito necessario non era stato ancora assolto, avevo paura di affrontarlo troppo presto, non ero tranquillo. Ora non mi importa più di nulla”, scrive al suo editore dopo avere portato a termine il Quartetto n. 1.

posti esauriti

Date

gio 22 ottobre 2020
19.30
Palazzetto Bru Zane, Venezia

Interpreti

QUATUOR TCHALIK

Programmazione

Camille SAINT-SAËNS
Quartetto per archi n. 1 in mi minore, op. 112
Quartetto per archi n. 2 in sol maggiore, op. 153
Concerto trasmesso lunedì 26 ottobre alle 21 in streaming su bru-zane.com
Bru Zane Mediabase
Risorse digitali sulla musica romantica francese
Camille Saint-Saëns